< back

CULTURA
Un’ora e mezzo per salvare il mondo
 

Inerzia e ignoranza alla base del riscaldamento globale

 
 
 

Ognuno di noi può fare la sua parte per combattere il riscaldamento globale, contrastando egoismo, ignoranza, e malafede di chi si accoda alle tesi negazioniste ...

 
 

 

giovedì 13 gennaio 2022

 

 

Ognuno di noi può fare la sua parte per combattere il riscaldamento globale, contrastando egoismo, ignoranza, e malafede di chi si accoda alle tesi negazioniste che vorrebbero sminuire la rilevanza dei cambiamenti climatici.

Ecco il messaggio di fondo che emerge da questo libro, scritto da un noto personaggio televisivo, geologo e divulgatore scientifico come Mario Tozzi, insieme al cantautore e comico Lorenzo Baglioni.

Il titolo serve a ricordarci che abbiamo pochissimo tempo per invertire i processi innescati dall’uomo che provocano lo stravolgimento degli equilibri climatici sulla Terra, prima di giungere al punto di non ritorno.

Gli umani non si accorgono facilmente del clima che cambia, anzitutto perché il clima non si vede: è qualcosa che non si tocca, non ha né colore né sapore, non si percepisce nonostante i suoi effetti negli eventi metereologici siano sotto gli occhi di tutti.

Questo fattore ci porta a pensare che la Terra non verrà travolta dagli effetti del surriscaldamento globale in pochi attimi geologici e allo stesso tempo non capiamo che nel Pianeta i migranti climatici stanno aumentando esponenzialmente, lasciando spazi che diventano invivibili e martoriati da guerre tra poveri.

A volte rifiutare la presa di coscienza del cambiamento climatico è frutto della paura di perdere il benessere, le comodità e i privilegi tipici della nostra vita di occidentali, rinviando alle future generazioni certe decisioni scomode e drastiche sulla modifica di stili di vita inopportuni.

Inoltre, c’è un cortocircuito informativo derivante soprattutto dal web e dai social, che porta a credere in una spaccatura del mondo scientifico sulla reale consistenza del cambiamento climatico.

In realtà su 14000 testi scientifici raccolti da uno studio sul tema, solo 24 rigettavano il fatto che il cambiamento climatico sia reale e documentato.

Il libro di Tozzi e Baglioni è anche ricco di proposte per invertire la rotta: decentralizzare la produzione di energia sfruttando fonti rinnovabili, varare politiche economiche che premino i comportamenti virtuosi dei cittadini, piantare 1200 miliardi di alberi in tutto il Pianeta, usare meno l’aereo per i viaggi e agire radicalmente sulla nostra dieta.

Passo dopo passo, con l’aiuto di ciascuno di noi, si può salvare il mondo.

Titolo: Un’ora e mezzo per salvare il mondo

Autori: Mario Tozzi – Lorenzo Baglioni

Editore: Rai Libri

Anno edizione: 2020

Pagine: 163

Prezzo: 18 Euro

ISBN: 9788839718099

In realtà su 14000 testi scientifici raccolti da uno studio sul tema, solo 24 rigettavano il fatto che il cambiamento climatico sia reale e documentato.