< back

CULTURA
“Italia Green”
 

Il nostro Paese prima economia circolare dell'Unione Europea

 
 
 

Marco Frittella, giornalista Rai e conduttore storico del Tg1 che da quasi quarant’anni racconta la politica italiana e internazionale, è sempre stato anche attento e ...

 
 

 

giovedì 4 novembre 2021

 

 

Marco Frittella, giornalista Rai e conduttore storico del Tg1 che da quasi quarant’anni racconta la politica italiana e internazionale, è sempre stato anche attento e appassionato ai temi ambientali, come appare evidente in questo volume sull’Italia protagonista dell’economia circolare. L’autore ci racconta che i suoi esordi in televisione furono legati appunto a una trasmissione che si chiamava “Agricoltura Domani”, che poi diventò “Linea Verde”. Era la fine degli anni 70 e l’ecologia all’epoca era una questione per personaggi di nicchia, eccentrici e avanguardisti. Non era molto diffusa la consapevolezza della drammaticità della materia che invece oggi è all’ordine del giorno nel dibattito nazionale e internazionale. “Agricoltura Domani” fu un programma precursore perché univa in un unico format ambiente, agricoltura e territorio, gettando delle solide fondamenta per l’informazione ecologista dei decenni a venire. Venendo all’attualità, l’Italia nel 2021 per il terzo anno consecutivo si è confermata la più importante economia circolare dell’Unione Europea, primeggiando un po’ in tutti i settori produttivi, dalla chimica verde alla bioedilizia, dalla moda all’agricoltura passando per le energie rinnovabili. In tanti campi abbiamo sviluppato un reticolo di imprese, di centri di ricerca, associazioni, consorzi, volontariato, che costruisce un modello di sviluppo che manda in soffitta l’economia lineare e ci spinge verso un futuro sempre più innovativo, digitalizzato, ecosostenibile.

Tutti gli indicatori ci dicono che le aziende che investono in green e in blu, quindi in ecosostenibilità e in digitale, sono più resilienti rispetto alle crisi, sia a quella finanziaria che a quella pandemica. Le aziende di questo tipo già oggi assumono e occupano centinaia di migliaia di lavoratori e hanno un tasso di incremento dell’occupazione superiore alla dinamica nazionale, con i giovani e le donne particolarmente coinvolti in un modello di sviluppo virtuoso. L’impatto del green sull’economia italiana è destinato a crescere sempre più in termini di fatturato, di contributo al PIL, di occupazione e di export. Purtroppo il nostro Paese ha livelli diseguali di sviluppo e quindi anche in campo ambientale questo problema si avverte, come per esempio nel riciclo dei rifiuti, dove la media italiana è largamente superiore alla media europea, ma questo primato così importante è sostanzialmente un patrimonio del Centro – Nord. Ciò non toglie che esistano nel Sud numerose isole virtuose dove la raccolta differenziata e il riciclo dei rifiuti toccano dei livelli ragguardevoli, come in alcune zone della Puglia, della Campania e della Sardegna. Sempre nel Mezzogiorno è interessante notare lo sviluppo di molte aziende biologiche, con spesso a capo giovani e donne che con abnegazione e spirito di iniziativa combattono e sconfiggono povertà e disoccupazione. La pandemia ha avuto molte ripercussioni sanitarie ed economiche sul Paese, ma è importante notare che la gente si sta rendendo più consapevole del fatto che depredare il Pianeta ha delle gravi conseguenze sulla vita quotidiana di ciascuno di noi e delle nostre famiglie; non è più un dato meramente teorico proveniente da studiosi che guardano a un futuro lontano, ma un problema attuale e concreto. Per esempio ci si sta rendendo conto che disboscare aumenta terribilmente proprio il rischio delle pandemie, con tutti i gravissimi problemi che queste comportano. In conclusione, la strada verso un modello di sviluppo nuovo che ci salvi dai colpi più temibili del cambiamento climatico è tracciata, ma bisogna percorrerla con quella determinazione e quella costanza che ci potranno portare in salvo.

Titolo: Italia Green

Autore: Marco Frittella

Editore: Rai Libri

Anno edizione: 2020

Pagine: 236

Prezzo: 18 Euro

ISBN: 978883971793-1

La strada verso un modello di sviluppo nuovo che ci salvi dai colpi più temibili del cambiamento climatico è tracciata, ma bisogna percorrerla con quella determinazione e quella costanza che ci potranno portare in salvo.