< back

SOCIETÀ
La sostenibilità non va in vacanza
 

Piccole attenzioni da tenere a mente nelle prossime festività

 
 
 

Vediamo come rendere le nostre vacanze davvero sostenibili. Iniziamo dall’albero di Natale. E’ più “verde” un albero vero o uno finto? Secondo i dati Ispra, ...

 
 

 

giovedì 23 dicembre 2021

 

 

Vediamo come rendere le nostre vacanze davvero sostenibili. Iniziamo dall’albero di Natale. E’ più “verde” un albero vero o uno finto? Secondo i dati Ispra, un albero artificiale di 2 metri, ha un’impronta di carbonio pari a circa 40 kg di emissioni di CO2, senza contare che impiega oltre 200 anni prima di degradarsi nell’ambiente. Quindi, acquistarne uno è un’alternativa ecologica solo se lo usa per almeno 10 anni!

Per quanto riguarda l’albero vero, invece, è importante che si abbia la possibilità di ripiantarlo e è, inoltre, preferibile che l’acquisto sia a km zero, presso piccole aziende locali.

Inoltre, se sono naturali al 100%, le conifere riportate ai punti di raccolta dopo l’utilizzo natalizio possono essere trasformate in compost e utilizzate come fertilizzante. Oppure verranno tagliate in piccole scaglie da spalmare ai piedi degli arbusti dei giardini pubblici, secondo il principio della pacciamatura: questo impedisce il disseccamento del terreno e serve da rifugio per insetti utili.

Passando alle decorazioni natalizie… no agli acquisti e sì al fai-da-te! Come una ghirlanda profumata realizzata con bucce d’arancia essiccate, piante aromatiche o fiori secchi. O anche origami di carta e biscotti di pan di zenzero a forma di cuore o stella. Sempre di effetto e soprattutto a impatto zero! E per quanto riguarda le luci, attenzione che siano al led: a parità di illuminazione, con la tecnologia led si ha un risparmio dal 50 al 80 per cento.

Andiamo al look per le feste. Che sia per noi o per un regalo, l’importante è vestirsi in modo consapevole. Ricordiamoci che evitare il fast fashion delle grandi catene significa limitare gli sprechi di risorse per produrre abiti e smaltirli (prodotti di bassa qualità, durano di meno) ma anche tutela del lavoro e dell’essere umano. Prediligiamo gli artigiani locali, abiti di seconda mano, in cotone biologico oppure… organizziamo uno swap party tra amiche!

Per quanto riguarda i regali, prima di tutto attenzione al packaging! Ogni chilo di carta regalo è responsabile dell’emissione di 3,5 kg di CO2 e per produrlo si impiegano 1,3 kg di carbone. Prediligiamo buste e sacchetti riutilizzabili o creiamo i nostri pacchetti con materiali di recupero e creatività! Se decidiamo di regalare prodotti di bellezza, evitiamo quelli che contengono microplastica: solitamente compaiono tra gli ingredienti alla voce Polietilene o Polipropilene.

Attenzione anche ai materiali utilizzati nei vestiti. Sono molte, infatti, le sostanze sostanze chimiche pericolose utilizzate. Come i PFCs, composti perfluorurati, utilizzati per rendere i vestiti resistenti all’acqua, alle macchie d’olio e al fuoco o gli Ftalati, creati per rendere soffice la plastica o il Cadmio, un metallo pesante spesso utilizzato per creare tinture e pigmenti colorati per i tessuti.

Vediamo ora come rendere la nostra tavola sostenibile. Purtroppo il Natale detiene il triste primato di essere il periodo dell’anno in cui si producono più rifiuti e si spreca più cibo. Dunque: eliminiamo l’”usa e getta”, optiamo per il servizio tradizionale e, soprattutto, scegliamo un menù senza sprechi. Sì a prodotti da agricoltura biologica, locali, stagionali, e liberi da OGM. Scegliamo il pesce fresco locale offerto dalla piccola pesca e cerchiamo di evitare merluzzo, salmone, gamberi, tonno rosso e pesce spada. Per quanto riguarda il vino, occhio al marchio Ue che certifica i prodotti biologici, garantendo che il vino provenga da uve coltivate senza sostanze chimiche di sintesi e senza l’impiego di Ogm.

E poi, approfittiamo per passeggiare e andare in bicicletta. Ritroviamo ritmi più lenti e cogliamo l’occasione per abbandonare la macchina, specialmente se diesel, contribuendo alla riduzione di biossido di azoto!

Buone Feste a tutti!